> Home | Argomenti | Robotica | Explorer Libro Antoine, In seguito al Codice da Vinci l'incontro con Dio, una storia vera!

ROBOT EXPLORER - PULIZIA PAVIMENTI: IL PRIMO, DEL 1993!


> Vai a:
Italia

Visite totali ad oggi 78.222
Totale libri scaricati 12.610

Qui di seguito trovate tutte le informazioni del mio prototipo concepito per la prima volta nel 1993 - quando avevo 20 anni - del Robot Explorer: Pulizia automatica della casa!

robot explorer: pulizia pavimenti

Non voglio tediarvi con polemiche sterili, ma sicuramente - almeno l'Italia - è un posto assolutamente ingrato per gli inventori e la gente che non gioca a calcio! Certamente se fossi vissuto in un ambiente più incline al finanziare idee innovative e di successo oggi sarei già miliardario... Invece sono una persona che vive di body rental (mi affittano per 2 soldi per realizzare progetti di altri). Questa situazione (diffusa a livello planetario ma con ingiustizie colossali sopratutto sulla mia persona) deve aver creato un enorme paradosso spazio\temporale tanto da smuovere Dio in persona: partite dalla home di questo sito per capire che casini sono successi negli ultimi 10 anni! Un mondo più adatto a - si spera - sempre più persone innovative come me è fondamentale per il futuro dell'umanità, questo è il succo di questo sito e del mio libro.

Appena sono stato in grado di costruire il primo prototipo del robot, ho contattato (vi ripeto era il 1993) centinaia di aziende prima tra tutte la Philips per cercare di mettere in produzione la mia idea (ovviamente essendo messo a parte dei guadagni). Ripeto intero pianeta sterile dal punto di vista dell'innovazione, o forse idea troppo precoce, ma nessuna azienda mi ha risposto! Ho anche scritto all'Università la Normale di Pisa... anche con loro nessun risultato! Dopo circa 15 anni scopro che molte aziende hanno messo in produzione un robot per la pulizia automatica dei pavimenti delle abitazioni civili!

Quindi questo robot è decisamente un'idea innovativa, ricca, valida, funzionante e che riscontra successo dal mercato! Ora che sicuramente avrete capito che investire in questo campo e con me vale, magari mi contatterete per entrare in società con me o per finanziarmi. Si potrebbe pensare anche ad una Multinazionale Equa e Solidale di inventori finanziati dal crowdfunding. Se la cosa vi interessa scrivetemi a antoine@followingdavincicode.com oppure premete il pulsante “Contatti” per inviarmi messaggi anche in forma anonima!

Sponsor:

 

ROBOT EXPLORER - COSA FA

Il robot è concepito per per la pulizia dei pavimenti, con sistemi aspiranti o di lavaggio a spazzola (avendo a bordo una potenza enorme di circa 2000 watt), di un'abitazione privata. Questo per alleviare le fatiche quotidiane che la maggior parte del mondo femminile vive ingiustamente e quotidianamente. Il robot non sa nulla dell'abitazione e può essere fatto partire da un qualsiasi punto: esplorerà l'ambiente circostante (che ovviamente deve essere delimitato da almeno un muro perimetrale) fino ad aver pulito ogni angolo raggiungibile. Al termine della sua opera, ritornerà al punto di partenza. Il robot è stato concepito per un pubblico vasto e non ricco e per funzionare con l'elettronica degli anni '90: questo determina un bassissimo costo di produzione sopratutto ora (siamo nel 2020) che il cervello del robot funziona tranuquillamente su un cellulare: ho fatto una simulazione completa con il mio Samsung Galaxy A3 (vecchio di 3 anni) e funziona alla grande! Infatti l'idea originaria era quella di un robot connesso al pc di casa, il robot - come le moderne stampanti che costano 50,00 € - aveva pochissima elettronica mentre la parte di elaborazione era demandata al pc di casa. Questa può essere ancora un'idea vincente soprattutto col sopravvento del wifi, ma può essere opzionale visti i bassissimi costi odierni della potenza di calcolo.
Per far percepire gli ostacoli al robot avevo inventato dei sensori a sfregamento come le vibrisse dei gatti, che erano soggetti ad usura, e per cui potevano generare un mercato dei ricambi. Il costo di queste vibrisse era infinitesimale, oggi esistono migliori sensori molto economici; potrebbe essere il caso di pensare a nuovi tipi di sensori anche se le vibrisse non erano una cattiva idea.
Per rendere più semplice la parte di elaborazione dati il robot non fa curve! Va avanti, indietro, a destra o a sinistra (come per chi le conosce le vecchie stampanti plotter degli architetti). Per rendere questo possibile, ci sono 8 ruote, 4 si sollevano e il robot va avanti e indietro, per andare di lato, le ruote si alzano e si abbassono le altre. Il processo è velocissimo!

robot explorer: vibrisse e ruote plotter

ROBOT EXPLORER - COME FUNZIONA IL CERVELLO

La costruzione del robot è stata impegnativa, ma non eccessivamente, ho iniziato prima con le costruzioni Lego Technics:

robot explorer: Lego Technics

La parte decisamente interessante e molto molto impegnativa è stata la progettazione e collaudo del software che controlla il robot (sviluppato al tempo di MS-DOS): HEAD.EXE !
robot explorer: sviluppo software
Ne metto qua sotto 2 versioni perfettamente funzionanti e attivabili on-line da browser:
  1. CLICK AND START - Versione semplificata, basta cliccare sul punto di partenza
  2. DRAW AND TRY - Versione estesa con possibilità di inventarsi un ambiente dove collaudare se il robot è in grado di esplorare tutto
La logica di HEAD.EXE è quella di permettere di inventarsi un ambiente sconosciuto al robot e vedere se Explorer riesce a muoversi al suo interno, pulendolo tutto, senza nè problemi nè errori possibilmente avendo una rappresentazione grafica di cosa sta pensando il robot. Quindi nel software ci sono 2 schermate: destra VIRTUAL REALTY - sinistra INTERNAL MAP. VIRTUAL REALTY è un disegno dove i punti bianchi sono interprati dal robot esattamente come se le vibrisse avessero sentito un'ostacolo. Nella versione 1 (CLICK AND START) riporto il disegno della casa dei miei genitori. Sia chiaro questa è una simulazione, per usare nella realtà il robot non c'è bisogno di fornire nessuna mappa al robot: lui fa da se ricavandola da quello che sente dalle vibrisse! In INTERNAL MAP si vede cosa ha capito del mondo circostante per ora il robot e si vede anche come fa a calcolare le strade per muoversi da un punto all'altro dell'ambiente che per ora ha scoperto.

1 - CLICK AND START

Premere il pulsante "Avvia cervello", quando il DosBox si sarà inizializzato e la mappa di casa dei miei genitori sarà stata caricata, muovere il mouse nel box di destra VIRTUAL REALTY e cliccare in un area NERA da dove il robot può partire.
PS. Meglio partire dall'alto e molto da sinistra: è più veloce.


Robot Explorer: cervello Head.Exe

2 - DRAW AND TRY

Premere il pulsante "Avvia cervello", quando il DosBox si sarà inizializzato, partità una breve presentazione (è del 1995 scusate la grafica). Premere invio per cambiare schermata. Al termine apparirà in alto a destra un menù con 3 scelte, premere la lettera M o D o E:
map[m/d/e]

  • M: carica una mappa preimpostata
  • D: permette di disegnare una mappa con strumenti grafici (un po' rozzi)
  • E: carica la mappa preimpostata ma ne permette l'editing
L'editing è un po' antico ma possibile: in alto ci sono i tasti funzione da F1 a F10. Per scegliere CERCHIO per esempio premere il pulsante DESTRO del mouse quindi premere F4. Si potranno mettere nel riquadro VIRTUAL REALTY dei cerchi. Per un rettangolo premere il pulsante DESTRO del mouse quindi premere F3, etc. I tasti sono:
  • F1: singolo punto
  • F2: linea
  • F3: rettangolo
  • F4: cerchio
  • F5: gomma punto per punto
  • F6: gomma come rettangolo
  • F7: salva
  • F8: carica
  • F9: colore, premere un tasto da 0 a 9
  • F10: termina editing e parte simulazione
A questo punto definire i parametri e premere col mouse OK
Cliccare in un'area nera della VIRTUAL REALTY disegnata da dove far partire il robot - PS. Meglio partire dall'alto e molto da sinistra: è più veloce.


Robot Explorer: cervello Head.Exe



Condividete questa pagina, io credo che sia molto interessante! ciao






//comments


per lasciare il tuo commento senza nessuna censura

 I commenti su www.followingdavincicode.com/explorer 
.
date: 20190310
posso bestemmiare per iscritto ed in pubblico o papa Francesco si offende?
217.112.98.177 guessing game

 
 
 antoine@followingdavincicode.com Libro Antoine, In seguito al Codice da Vinci l'incontro con Dio, una storia vera!